Come fare il Backup delle foto su iPhone gratis su Cloud illimitato con Google Foto

scritto da:

Fare backup foto con Google foto su iPhone

Le fotografie sono di sicuro tra i ricordi più belli che si possano collezionare; oggi è possibile inoltre immortalare ogni momento importante delle nostre vite attraverso gli smartphone, strumenti che sono sempre a portata di mano.
Tuttavia, nel momento in cui bisogna catalogare le nostre immagini, è bene scegliere con cura il mezzo o il servizio attraverso il quale effettuare il backup delle foto.
Tra i modi più popolari per effettuare questa operazione, vi è la possibilità di ricorrere a supporti fisici (quali schede di memoria o hard disk), o avvalersi di uno dei tanti servizi di cloud presenti sul web.
Oggi vi mostro come effettuare il backup delle foto su iPhone con Google Foto, un’operazione rapida, semplice e gratuita.

Cosa è Google Foto

Backup delle foto su Google Foto per accedere da diversi dispositivi

Google Foto è un servizio del colosso di Mountain View che, oltre a fungere da galleria per iPhone e Android, consente di compiere il backup delle nostre immagini sui server di Big G.
Lo spazio di archiviazione che viene utilizzato è quello di Google Drive, il noto servizio di cloud di casa Google, che offre 15 GB di storage (ad ogni account Google) del tutto gratuiti per salvare i nostri file.
Tuttavia, come vedremo nel prossimo paragrafo, è possibile catalogare le nostre foto attraverso due modalità, le quali cambiano a seconda della qualità delle stesse immagini.
Nel frattempo qui trovare i link al sito web di Google Foto (dal quale è possibile sfogliare le vostre foto già presenti nella galleria), e quello alla pagina su App Store per scaricare google Foto su iPhone.

Backup Google Foto su iPhone: come funziona

Vi ho anticipato di come il backup delle foto con Google Foto funzioni attraverso due modalità; è possibile infatti scegliere se salvare le nostre foto a qualità originale (conservando quindi la risoluzione predefinita delle immagini) andando a sottrarsi ai 15 GB previsti per ogni account, oppure scegliere di eseguire il backup ad una qualità predefinita (comunque elevata), senza però modificare lo storage a disposizione su Google Drive.
Scegliendo questa seconda alternativa quindi, è possibile effettuare il backup delle foto con Google Foto gratis, andando solo a sacrificare un po’ la qualità delle immagini stesse; lo stesso concetto vale anche per dispositivi Android.

Come configurare Google Foto su iPhone

Una volta scaricata l’applicazione per la prima volta, vi verrà subito chiesto se attivare o meno il backup automatico delle immagini e scegliere tra le due modalità prima citate (oltre che abilitare o meno il backup tramite rete dati).
Attivata la funzione, Google Foto salverà in automatico le immagini da voi scattate direttamente sui server di Google; Naturalmente le immagini saranno visibili sia dalla stessa app, tramite la quale è possibile anche eseguire operazioni quali presentazioni, ricerca intelligente, modificare le foto o creare degli album.
Inoltre sarà anche possibile scegliere quali cartelle sottoporre, o meno, al backup.

Nel caso in cui vi interessasse effettuare il backup a risoluzione originale, ma i 15 GB di spazio previsti non dovessero bastarvi, sappiate che è anche possibile aumentare lo storage (attraverso Google Drive);

I tagli a disposizione sono diversi, e coprono un range che va dai 100 GB ai 30 TB, per dei prezzi che vanno dai 19,99€/anno fino a 299,99€/mese.

Ricerca Foto tramite Luoghi, Persone, Cose

Motore di ricerca fotografico di qualità

Una delle caratteristiche più importanti di Google Foto ma ancora poco conosciute è la tab Ricerca. Cliccando sul pulsante “Cerca” potrete effettuare ricerche per tipo di Persona, Luoghi visitati o Cose.

Ricerca per Persona

Google Foto è in grado di riconoscere e catalogare ogni vostro amico presente nelle foto grazie al suo potente motore di riconoscimento facciale. Cliccando sul singolo volto, scoprirete tutte le foto dove compare il vostro amico.

Ricerca per Luogo

Se la localizzazione delle foto è attiva ed avete dato accesso all’app “Fotocamera” ad accedere alla vostra posizione, Google sarà in grado di leggere i dati di geotagging in formato Exif per catalogare la foto anche per località. Vi basterà scrivere nella barra di ricerca la località e Google Foto vi mostrerà tutte le foto scattate in quel luogo.

Ricerca per Cose

Il potente motore di ricerca di Google grazie anche ai dati catturati tramite Google Lens, è in grado di capire che tipo di oggetto è presente in uno scatto, e catalogarlo per tipologia.

Ricerca utilizzando la barra di ricerca

Infine, oltre alla ricerca visuale, potete effettuare ricerche direttamente nella barra di ricerca di Google foto, scrivendo ad esempio il nome del vostro amico (se preventivamente associato alla foto), il nome di un oggetto, un luogo specifico oppure una data specifica. Ad esempio scrivendo: 5 Agosto 2016, Google Foto vi restituirà tutte le foto scattate in quel giorno. Se non siete certi di aver scattato foto in quello specifico giorno, allora provate a fare una ricerca per mese es: Agosto 2016.

consigli da Multimediaplayer.it

Lascia un commento