Come fare per liberare spazio su Smartphone Android

scritto da:

Oggi giorno lo smartphone è diventato un fedele compagno tuttofare delle nostre vite; questo viene spesso usato non solo come telefono, ma anche come strumento di lavoro o per concedersi momenti di svago magari legati al gaming o alla fotografia.
Tutto ciò però comporta un utilizzo sempre maggiore dello smartphone stesso, e la conseguente corsa alla saturazione della memoria anche se sei un utente parecchio attento. Dopo aver visto come liberare spazio su iPhone, oggi ti spiego come liberare spazio su smartphone Android, attraverso dei semplici ma utili accorgimenti che alleggeriranno la memoria del tuo dispositivo.

Rimuovere foto e video

Tra i dati che maggiormente intasano lo storage dei nostri device, vi sono sicuramente le foto ed i video; spesso infatti si da poco conto al peso che questi possono occupare, e così si finisce con accumularne a migliaia.
Ti raccomando quindi di dare spesso un’occhiata alla tua galleria, ed eliminare quelle immagini e filmati che non reputi più importanti; ti ricordo inoltre che Google Foto consente di archiviare le proprie immagini attraverso lo storage riservato a Google Drive.
Tra le app nelle quali avviene più frequentemente lo scambio di immagini c’è sicuramente WhatsApp, quindi non perderti il prossimo paragrafo.

Liberare spazio WhatsApp

Quando risultiamo online su Whatsapp

Una delle applicazioni più utilizzate da tutti i possessori di smartphone o tablet è decisamente WhatsApp; di conseguenza è questa una delle principali indiziate ad occupare pesantemente la memoria dei dispositivi, dal momento in cui ci si scambia elementi multimediali di ogni tipo (foto, video, messaggi vocali, documenti etc.).
Esistono diversi modi per liberare spazio su WhatsApp; quello che ti consiglio è relativo alla funzione interna dell’applicazione stessa, raggiungibile aprendo l’app e recandosi in

Impostazioni > Spazio e dati > Gestisci spazio
In questo modo ti verranno mostrate tutte le conversazioni e, cliccando su di esse, gli elementi multimediali ad essa attribuite; sarà quindi possibile selezionare quelli più indesiderati ed eliminarli in modo da fare piazza pulita.

Cancellare App inutilizzate e cache

Un altro consiglio basilare è quello di scaricare ed utilizzare solamente le app fondamentali, salvaguardando quindi lo spazio a disposizione sul tuo device e a migliorarne anche l’autonomia; giochi pesanti e mai utilizzati, o app parecchio invadenti non sono sicuramente degli ospiti graditi sul sistema del tuo dispositivo.

Ti invito quindi a disinstallare le applicazioni che magari non utilizzi più, attraverso le opzioni che compaiono alla pressione prolungata dell’icona dell’app stessa o dal percorso

Impostazioni > Applicazioni (o nomi analoghi);

Magari potresti anche considerare di eliminare solo la cache delle suddette app, in modo da non cancellare i programmi definitivamente ma solo i relativi file temporanei.

Utilizzare memoria esterna

Espandere la memoria con una microSD

Qualora poi fosse possibile, è consigliabile espandere la memoria del proprio dispositivo attraverso l’ausilio di una microSD; queste schede di memoria infatti sono molto utili non solo per ampliare lo storage a disposizione, ma anche per inserirle agevolmente in altri supporti (ad esempio il PC) e scambiare i dati in maniera davvero molto semplice.
Assicurati magari di avere a disposizione o acquistare una scheda abbastanza veloce, dando un’occhiata alle classi di riferimento (classificate per numeri da 1 a 10), in modo che la lettura e la scrittura dei file sia rapida.
Tra i brand più affidabili vi sono Sandisk, Kingston o Samsung, e ti consigliamo caldamente di rivolgerti a marchi del genere per non incorrere in spiacevoli inconvenienti.

Usare servizi Cloud

Altro consiglio che posso darti è quello di affidarti ad un buon servizio di cloud, in maniera tale da risparmiare spazio sul tuo device e caricare i file online in uno spazio sicuro e soprattutto accessibile ovunque anche da altri dispositivi.
Tra le piattaforme più conosciute ed affidabili vi sono ovviamente Google Drive, Dropbox e Microsoft OneDrive; aldilà delle differenze sottili tra i vari servizi, ciò che è importante è che tutti possiedono delle relative app proprietarie (anche multi-piattaforma), che sono molto di aiuto per accedere ai contenuti da altri device anche mobilità.
Potrai quindi ad esempio visualizzare le foto anche se non sono materialmente sul tuo dispositivo, ma sfruttando semplicemente una connessione ad internet e i servizi citati.

Seguimi su Telegram!

Segui Multimediaplayer.it su Telegram per ricevere gratuitamente interessanti guide sul mondo della tecnologia e per restare al passo con i tempi!

Lascia un commento

Aspetta, seguimi su Telegram!

Iscrivendoti al canale Telegram di MultimediaPlayer.it riceverai gratuitamente guide sul mondo della tecnologia e potrai scoprire le soluzioni ai rompicapi tecnologici che si presentano quotidianamente.

Se non hai Telegram puoi utilizzare Facebook.