Come fare la ricerca per immagini da smartphone per trovare immagini simili

scritto da:

L’intelligenza artificiale ha compiuto davvero dei passi da gigante negli ultimi anni; i risultati sono visibili ogni giorno nelle nostre azioni quotidiane, che riguardano l’interazione con la domotica o con gli stessi smartphone.
Se c’è un brand che sta investendo tantissimo in questo settore è decisamente Google.

Da desktop per poter trovare immagini uguali o simili è possibile utilizzare Google Immagini ed attraverso la ricerca inversa è possibile trovare le immagini correlate ed i siti che hanno utilizzato le stesse immagini.

Come trovare immagini simili da Smartphone

Una delle funzioni più apprezzate del colosso di Mountain View, è il servizio chiamato Google Lens, che ci consente di effettuare una ricerca riguardo l’oggetto che stiamo inquadrando con la fotocamera o una foto presente sui nostri smartphone (sia Apple che Android).
Questo è un servizio davvero molto apprezzato e soprattutto utile, qualora volessimo avere qualche dettaglio in più su un monumento o su un luogo che abbiamo scattato tempo fa. Risulta molto utile per trovare l’originale o immagini simili o correlate già utilizzate sul web sfruttando il reverse engineering dei motori di ricerca.
In questo articolo vi spiego quindi come funziona la ricerca per immagini per trovare foto simili o informazioni.

Cosa è l’App Google Lens

Google Lens

Come già detto, Google Lens è un servizio in grado di riconoscere ciò che inquadriamo con la fotocamera dei nostri dispositivi o ciò che compone un’immagine della nostra galleria; che Google fosse il campione per eccellenza per ciò che concerne la ricerca di informazioni sui siti web appare ormai scontato, ma non tutti sanno che è possibile anche utilizzare la ricerca per immagini.
Google Lens è l’evoluzione di Google Goggles, che offriva più o meno le stesse funzionalità di Lens senza però il supporto a tutti i progressi tecnologici che la compagnia ha fatto negli anni riguardo l’intelligenza artificiale; se Goggles era un “banale” motore di ricerca di immagini, Lens ora riesce a fornire, oltre ad immagini simili a quella inquadrata o selezionata, informazioni molto più dettagliate su tutto ciò che vogliamo.
Il servizio è usufruibile sia su Android (attraverso l’apposita app, anche se le funzioni di base sono integrate all’interno delle applicazioni Google e Google Foto), che su iOS (in questo caso dovremo installare l’app di Google e poi Google Foto se volessimo estendere Google Lens anche alle foto presenti su Google Foto).

Google Lens: come funziona (Android e iOS)

Fatte queste premesse, è giunta l’ora di capire come funziona Google Lens.
Scaricate le applicazioni prima citate, una delle cose più interessanti che possiamo fare è compiere una ricerca su un’immagine che abbiamo salvato all’interno della nostra galleria; apriamo quindi Google Foto, apriamo l’immagine che ci interessa e clicchiamo in basso sull’icona a forma di lente; si aprirà a questo punto un riquadro in cui Google Lens vi mostrerà il nome di quel determinato oggetto (anche il titolo di un quadro ad esempio), immagini analoghe, indicazioni rapide per eventualmente raggiungere un luogo correlato a quell’oggetto o un numero di telefono e tante opzioni rapide di condivisione.

I risultati chiaramente dipendono dall’oggetto della foto; nella mia esperienza ho ricevuto ad esempio informazioni su quale fosse la razza del cane di cui avevo un’immagine, il nome di un palazzo storico, o i prodotti correlati al brand del mio PC.

Come funziona Google Lens

Un’altra utile funzione consiste nell’aprire l’app Google Lens (o il collegamento tramite l’assistente Google), e scoprire in tempo reale informazioni sul luogo o prodotto che stiamo inquadrando con la fotocamera del nostro dispositivo smartphone; in questo caso quindi non sarà necessario passare per la galleria, in quanto il servizio sfrutterà direttamente l’immagine di ciò che stiamo inquadrando.
Anche in questo caso i risultati dipendono dall’oggetto della foto in sé, ma vi verranno sempre restituiti per lo meno immagini simili a quella inquadrata o scattata.

Sfruttare Google Lens a nostro vantaggio

Sfruttare Google Lens a nostro vantaggio durante la giornata

Qui di seguito alcuni esempi pratici di come poter utilizzare Google Lens nella vita di tutti i giorni:

Trovare il nome di una pianta, di un albero o di un insetto

Per farlo vi basterà aprire Google Lens, puntare la fotocamera verso “l’oggetto” che può essere un vaso particolare, una pianta, un albero, un uccello, un insetto e Google automaticamente vi restituirà i risultati simili individuati.

Trovare il nome di un monumento, di un quadro o di una statua

In questo modo aprendo uno dei risultati suggeriti, potrete approfondire meglio ciò che state osservando: la storia di un monumento, il nome di un quadro o di una statua.

Riconoscimento e traduzione in tempo reale di testi

Puntando la fotocamera su un testo o un documento, possiamo trovare testi simili sul web. Inoltre una delle funzionalità che ritengo più utili è lo strumento di traduzione del testo in tempo reale con la fotocamera. Vi basterà puntare la fotocamera su un testo e vi verrà restituito grazie alla realtà aumentata la versione tradotta nella lingua predefinita (É in grado di rilevare automaticamente la traduzione tra più di 50 lingue diverse). Inoltre permette la lettura di un articolo tramite sintesi vocale, vi basterà impostare la modalità testo, fotografare e dopo il riconoscimento del testo, vi comparirà un’icona che permetterà la lettura del testo.

Trovare altri siti che utilizzano quella determinata foto

Può essere utile capire quali altri siti stanno utilizzando la stessa foto ad esempio se non si conosce il nome di un bene d’acquisto o di un articolo presente in foto. Grazie alla ricerca inversa di Google Immagini e in questo caso Google Lens, possiamo scoprire ad esempio quali altri e-commerce vendono quel determinato prodotto di cui non conosciamo il nome o codice articolo. Il vantaggio che ne deriva è che potremmo acquistare quel prodotto ad un prezzo inferiore.

Risalire al proprietario della foto con Google Lens

Google Lens è uno strumento che ci può aiutare a capire quale potrebbe essere il proprietario di una foto. Non ce lo dice chiaramente ma possiamo cercare di intuirlo analizzando alcuni segnali.

  • Data di pubblicazione dell’articolo con foto annessa;
  • Risoluzione della foto (se la foto ha una dimensione maggiore rispetto alle altre presenti sul web, probabilmente sarà il proprietario);

Ovviamente questi parametri vanno presi con le pinze perché possono essere facilmente manomessi.

FAQ

Google Lens funziona anche con i volti delle persone?

No, non funziona per ovvi motivi di privacy, ho testato anche utilizzando frame di attori all’interno di un film e la funzionalità di riconoscimento non è abilitata. Ma la tecnologia è presente come possiamo constatare nel raggruppamento per Volti nella galleria fotografica di Google Foto.

consigli da Multimediaplayer.it

Lascia un commento