Modalità Aereo per andare offline, vediamo quando utilizzarla

scritto da:

Modalità aereo quando è utile utilizzarla

Oggi giorno lo smartphone è diventato uno strumento indispensabile per la vita di tutti i giorni; che sia per motivi professionali, di studio o di svago, oramai passiamo quotidianamente diverse ore incollati allo schermo dei nostri cellulari.
È chiaro che questo è sintomo di una società in costante cambiamento e sempre più avanzata tecnologicamente; d’altronde lo smartphone serve anche per sbrigare situazioni urgenti e per aiutarci nelle più disparate operazioni quotidiane.
È soprattutto l’accesso a internet costante ed il continuo ricevere notifiche che ci costringe a dare un’occhiata al telefono più spesso di quanto dovremmo.

Capita a volte però di volersi allontanare dallo smartphone e rilassarsi o compiere altre faccende senza distrazioni. Questo è possibile solamente disattivando tutte le connessioni sul nostro telefono, tramite un comando rapido noto con il nome di modalità aereo.

Come attivare la modalità aereo

Abbastanza semplice, ti basterà abbassare o alzare la tendina (a seconda del sistema operativo) dal bordo dello schermo del tuo smartphone, ed attivare la modalità aereo dai tasti di scelta rapida cliccando sull’icona a forma di aeroplano.

Cos’è la modalità aereo e a cosa serve

Nell’introduzione precedente ho già accennato al principale obiettivo o scopo della modalità aereo: essere irraggiungibili da chiunque, indipendentemente dal fatto che si tratti di una telefonata o di un’applicazione di messaggistica accessibile via internet.
Infatti tramite questa funzione si disabiliteranno in maniera rapida tutte le connessioni o segnali sul nostro dispositivo; di conseguenza non potremo telefonare né ricevere chiamate, non potremo navigare in internet e né tantomeno essere contattati su WhatsApp, Telegram o Facebook.

Nulla toglie il poter attivare la modalità aereo (disattivando quindi la rete mobile) e abilitare tuttavia altre connessioni quali la Wi-Fi o il Bluetooth.

Perchè si chiama così?

Questa funzione, come si evince dal nome stesso, è stata ideata allo scopo di disattivare tutte le connessioni rapidamente in quei frangenti in cui sussiste la più immediata necessità; un caso esempio è proprio un viaggio in aereo, durante il quale bisogna disabilitare qualsiasi segnale per non interferire nelle comunicazioni tra la cabina di pilotaggio e l’equipaggio di terra.

Ovviamente questa è solamente la prima tipologia di utilizzo di tale funzionalità, ma i casi in questione possono essere molteplici.
In effetti nella vita di tutti i giorni disattivare per qualche ora tutte le connessioni può rivelarsi un’operazione intelligente e che può risolvere anche qualche grattacapo.
Nel prossimo paragrafo infatti ti mostrerò nel dettaglio quando utilizzare la modalità aereo, facendo dei pratici esempi di situazioni durante le quali l’attivazione di tale funzione può tornare molto utile.

GPS in modalità Aereo: Su molti modelli di smartphone come ad esempio iPhone, sarà comunque possibile utilizzare l'antenna GPS, perché è in grado solo di ricevere segnali e non di trasmetterli.

Modalità Aereo: quando utilizzarla?

Nelle righe precedenti ti ho quindi detto cos’è la modalità aereo e a cosa serve.
Tale spiegazione però non basta a descrivere l’utilità di questa funzione, e soprattutto non rende l’idea di quante possano essere le situazioni in cui tale modalità può tornare utile.
L’esempio dell’aereo è infatti solamente il primo di una serie di casi in cui possa servire disabilitare tutte le connessioni, ma è chiaro che a meno che tu non abbia la fortuna di viaggiare ogni giorno, questa non rappresenta una situazione che si possa verificare quotidianamente.

Migliorare l’autonomia dello smartphone

Uno dei tanti esempi riscontrabili, e probabilmente anche quello più scontato, riguarda l’autonomia del proprio dispositivo.
Infatti è risaputo che attivare Wi-Fi, Bluetooth, GPS e tutte le altre connessioni immaginabili aumenta sensibilmente il consumo della batteria dello smartphone, sottoponendolo soprattutto a notifiche di ogni tipo.
Attivare la modalità aereo quindi, può rivelarsi un’utilissima soluzione per salvaguardare l’autonomia del proprio device.

Risultare irraggiungibile o simulare errore di chiamata

Un’altra situazione potrebbe essere quella in cui si vuole fingere un errore di rete durante una chiamata, attivando la suddetta funzione durante la stessa telefonata.
Questa operazione infatti interromperà immediatamente la conversazione, e qualora il tuo interlocutore dovesse ricontattarti, ti troverà irraggiungibile se avrai ancora attivata la modalità aereo.
Questo trucchetto ovviamente vale anche mentre si riceve una chiamata e non si vuole rispondere, o quando proprio non si ha voglia di essere raggiunto dai messaggi di amici o conoscenti via telefono o tramite le più note piattaforme di messaggistica.

Evitare di essere disturbati durante alcune sessioni di gioco

Infatti, qualora il titolo in questione dovesse supportare la modalità offline, si potrebbe pensare di attivare la modalità aereo per non essere disturbati duranti le sessioni di gioco, evitando quindi di distrarsi e perdere tempo utile ai fini della partita.
In questo modo infatti non solo non si riceveranno la maggior parte delle notifiche possibili (quantomeno quelle derivanti dalle connettività), ma soprattutto non si visualizzeranno quei fastidiosi banner pubblicitari che possono distogliere la nostra attenzione.

Aprire messaggi Whatsapp anche senza spunta di lettura

Infine ti spiego un piccolo trucco che riguarda WhatsApp. Ti sarà sicuramente capitato in precedenza di voler aprire messaggi WhatsApp senza leggerli, in maniera tale da non far sapere ad un tuo contatto il fatto che tu li abbia effettivamente letti.
In tal caso uno dei migliori metodi per realizzare questo escamotage è allo stesso tempo uno dei più semplici; basterà infatti, una volta ricevuti i messaggi e mostrati dal menù delle notifiche, attivare la modalità aereo.
Ovviamente c’è bisogno che tu non abbia aperto la rispettiva conversazione WhatsApp a seguito della ricezione dei messaggi; in seguito, una volta attivata la modalità aereo, potrai aprire la chat e dare un’occhiata a quanto scritto dal tuo amico o conoscente, senza che egli possa effettivamente venirlo a sapere tramite le famose spunte di conferma.

Conoscere la posizione su Google Maps durante un volo

Quando durante un volo siamo in modalità aereo, possiamo comunque scoprire in che parte del globo ci troviamo sulla cartina di Google Maps.

Ti basterà abilitare le mappe offline ed avvicinare lo smartphone vicino all’oblò della cabina. Dopo qualche secondo la posizione verrà rilevata dall’antenna GPS del tuo smartphone anche se offline e l’app aggiornerà la tua posizione sulla cartina.

Seguimi su Telegram!

Segui Multimediaplayer.it su Telegram per ricevere gratuitamente interessanti guide sul mondo della tecnologia e per restare al passo con i tempi!

Lascia un commento

Aspetta, seguimi su Telegram!

Iscrivendoti al canale Telegram di MultimediaPlayer.it riceverai gratuitamente guide sul mondo della tecnologia e potrai scoprire le soluzioni ai rompicapi tecnologici che si presentano quotidianamente.

Se non hai Telegram puoi utilizzare Facebook.