Home » Informatica » Come proteggere le carte di credito Contactless

Come proteggere le carte di credito Contactless

By

Mi è capitato di leggere diversi articoli sui ladri tecnologici. La cosa mi ha incuriosito parecchio. Leggendo il concetto che si voleva far passare è che anche i ladri sono sempre più al passo con la tecnologia.

La nuova frontiera dei furti difatti è quella di sottrarre i dati delle carte contactless. Oramai tutte le carte di credito e bancomat hanno questa funzione che è sicuramente molto comoda ma presenta anche alcune falle.

La cosa che mi ha lasciato veramente di sasso è la semplicità con cui questi ladri possono eseguire il loro furto. Difatti basta avere un apparecchio chiamato scanner RFID ed è possibile acquisire e usare all’insaputa del proprietario i dati della sua carta.

Sembra fantascienza ma ahimè tutto questo è possibile. Questo piccolo scanner è abilitato a registrare i dati di altri dispositivi che utilizzano tale tecnologia anche se la carta l’avete in tasta o nel portacarte.

Per proteggere quindi le nostre carte di credito quando sono nei portafogli l’unico strumento che abbiamo a disposizione è avere una protezione RFID per carte di credito, ovvero un dispositivo che non consente agli scanner in possesso dei ladri di rubare i dati della carta di credito.

Come avviene il furto dei dati

A questi delinquenti basta solamente avvicinarsi a una qualsiasi persona per farsi fare un pagamento tramite un lettore di carte di credito portatile POS mobile o uno scanner RFID. Quindi è veramente molto difficile accorgersi della clonazione dei dati.

In questo video un esempio di come può avvenire il furto:

La tecnologia contactless di molte carte di credito funziona anche a breve distanza (entro i 4cm), quindi non è obbligatorio metterla a contatto con il POS.

Anche se avete il servizio SMS che vi avvisa di un avvenuto pagamento oppure dovete firmare la ricevuta dopo il pagamento, sapete anche che questo non succede per pagamenti sotto i 25 euro.

In poco tempo, a vostra insaputa, un ladro hi-tech tramite la tecnica RFID skimming, può sottrarre una somma davvero importante dal vostro conto se non siete siete abituati a controllare i movimenti del conto corrente con frequenza.

Questo sistema viene usato anche per rubare i dati dei documenti. Oramai anche le carta d’identità e passaporto sono dotati di questo chip. Oggi che i dati sono un bene quasi più prezioso dei soldi anche questo tipo di furto è un danno enorme.

Un altro sistema utilizzato dai ladri è quello di dotarsi di uno smartphone con tecnologia NFC  (Near Field Communication). In pratica funziona in modo simile al POS ma è decisamente più normale avere in mano uno smartphone che un POS, quindi possono effettuare la clonazione mentre sono accanto a voi in totale tranquillità e con naturalezza.

Con alcune app pensate ad hoc i ladri possono come nel caso precedente prelevare piccole somme di denaro che se ripetute di frequente anche in pochi minuti, magari il tempo di una coda alla cassa, cominciano a diventare cifre importanti.

Come Proteggere le proprie carte

Custodia con protezione RFID

Non resta che proteggersi da questa nuova metodologia di furto. Il modo più semplice è salvaguardare le proprie carte di credito o debito con una copertura che inibisca la trasmissione dei dati dalla carta a un altro dispositivo tramite il protocollo RFID.

Sul mercato, tra le varie offerte, vanno per la maggiore le protezioni da inserire in uno degli scomparti del portafoglio dove normalmente vengono inserite le carte di credito.

Una versione più economica è fornita da delle speciali custodie con protezione RFID dove saranno inserite le carte di credito. L’unico piccolo neo rispetto a questa soluzione riguarda il fatto che ogni qualvolta servirà utilizzare la carta di credito la si dovrà prima estrarre dal portafoglio e poi dalla custodia. Niente di particolarmente fastidioso, ma probabilmente molti preferiscono una protezione meno invasiva e che non cambi le abitudini, proprio come la protezione unica da inserire nel portacarte.


Portafogli sicuri con protezione RFID

Portafoglio RFID
Portacarte RFID dotato di LED che indica se c’è stato un tentativo di scansione

A causa di questo problema sempre più frequente è possibile trovare anche dei portafogli con schermatura di fabbrica, (tecnicamente chiamati “Portafogli con protezione RFID“) e quindi venduti già con la protezione incorporata. In pratica durante la loro fabbricazione è stata introdotta all’interno una particolare pellicola che ha la funzione di interrompere le trasmissioni di dati.

Questa tipo di portafogli con protezione RFID è sicuramente il metodo più efficace per difendersi dai ladri tecnologici, specialmente da chi possiede un discreto numero di carte di credito e vuole stare il più tranquillo possibile.

Offerta
TEEHON Portafoglio Uomo Brifold Vera Pelle...*prezzi indicativi
  • 【STRATO SUPERIORE PELLE NERA & ESTERNO...
  • 【Grande capacità: 12 Porta Carte di...
  • 【BLOCCO RFID TESTATO】 - Il portafoglio da...
Offerta
Portafoglio Uomo Vera Pelle Blocco RFID con...*prezzi indicativi
  • 【VERA PELLE NO OUOUR e NERO ARANCIA...
  • 【LEGA "W" LOGO E ELEVATA CAPACITÀ E FERMO...
  • 【RFID LESER WASTE BLOCCATO】-Mentre gli...
Offerta
Portafoglio Uomo Vera Pelle Blocco RFID....*prezzi indicativi
  • 【ALTA PORTATA: FUNZIONALITÀ E TRI-FOLD】-...
  • 【RIFIUTI RFID LESER BLOCCATA】- Mentre gli...
  • 【vera pelle NO OUOUR】- Uomo set...

Soluzione fai da te (anti RFID)

Se vogliamo proteggere le nostre carte di credito contactless in maniera artigianale procuriamoci un foglio d’alluminio (come quelli utilizzati in cucina, quella che chiamiamo carta stagnola) e piazziamo la carta di credito sul foglio d’alluminio. Tracciamo con una penna o una matita il contorno della carta sul foglio e iniziamo a tagliare con un paio di forbici. Successivamente inseriamo il foglio d’alluminio all’interno della fessura del nostro portafoglio in cui verrà piazzata la carta di credito e il gioco è fatto.

Cosa vuol dire la sigla RFID?

Il significato della sigla RFID è: Radio-Frequency-Identification ossia il nome della tecnologia utilizzata per trasmettere dati e informazioni.

Come funziona un portafoglio RFID?

Un portafoglio con protezione RFID contiene al suo interno una schermatura RFID, in grado di blindare le informazioni delle nostre carte di credito e carte di identità.

La protezione RFID, funziona?

Certo, la protezione RFID è fondamentale per impedire a malintenzionati di rubare denaro o dati personali sensibili.

Cos’è un blocco RFID?

Si tratta di una custodia o di un porta documenti, in grado di impedire la lettura delle carte di credito (e di tutte quelle carte che utilizzano la tecnologia RFID) tramite schermatura appositamente progettata. Quando le carte si troveranno all’interno del porta documenti o della custodia, non potranno essere lette da nessun dispositivo o lettore RFID.

Lascia un commento