Smartphone perso o rubato, ecco cosa fare

scritto da:

Smartphone perso o rubato

Smarrire il proprio smartphone per distrazione oppure a seguito di un furto è un problema non di poco conto. D’altronde questi dispositivi rappresentano al giorno d’oggi uno strumento indispensabile all’interno delle nostre vite, che funge tanto da mezzo di comunicazione con amici, colleghi o parenti, quanto da vero e proprio strumento di lavoro.
Di conseguenza quando avviene uno dei casi prima citati è molto facile farsi prendere dal panico, preoccupandosi non solo del device in sé ma anche per quanto si trova al suo interno, come preziose fotografie, video o dati professionali.

Tuttavia, sebbene recuperare uno smartphone rubato o smarrito non è mai operazione molto semplice, ci sono diverse accortezze che si possono prestare per fare quantomeno un tentativo.
In altri casi invece, se magari hai smarrito un dispositivo secondario o di poco valore, potrebbe esserti utile solamente assicurarti che i tuoi dati non finiscano nelle mani di malintenzionati.
Ovviamente esistono anche degli accorgimenti che riguardano la propria SIM, o per la precisione il proprio numero di telefono.

Cosa fare quando ti rubano lo Smartphone

Cosa fare per ritrovare il tuo smartphone

Nel caso in cui il dispositivo fosse stato effettivamente rubato, il ladro farà di tutto pur di non farsi scoprire, ragion per cui i metodi che spiegherò nei paragrafi successivi potrebbero non risultare efficaci (diverso è invece il caso di uno smartphone smarrito in un determinato luogo, come spiegherò più avanti).
Le procedure da seguire in casi del genere sono infatti piuttosto specifiche.

La prima cosa da fare a seguito del furto del proprio dispositivo è denunciare l’accaduto alle autorità competenti, le quali dovranno chiaramente identificare il device e procedere eventualmente a scoprire il malintenzionato in questione.
A tal proposito esiste un solo metodo in grado di identificare con assoluta chiarezza il proprio smartphone, ed è costituito dal codice IMEI (che chiaramente varia da dispositivo a dispositivo).
Sarà quindi questo il mezzo con il quale le autorità potranno localizzare il cellulare, ragion per cui faresti bene ad annotarti questo codice preventivamente.
Se ti stessi chiedendo dove trovare il codice IMEI, il più delle volte esso è impresso sulla confezione originale dello smartphone da te acquistato.

Il secondo passaggio da seguire riguarda il blocco della SIM, in maniera tale da evitare che il malintenzionato sfrutti il tuo numero di telefono per qualsiasi operazione.
In questo caso ovviamente dovrai per forza di cose rivolgerti al gestore della tua rete mobile, chiamando gli appositi contatti che puoi trovare sui rispettivi siti ufficiali; in alternativa puoi anche recarti presso uno dei punti vendita sparsi in tutta Italia, ed un operatore ti indicherà i passaggi da seguire di volta in volta.
Anche in questa situazione potrebbe essere necessario essere a conoscenza del codice IMEI del device, in maniera tale da bloccare lo smartphone rubato.
Per ulteriori informazioni a riguardo ti invito anche a visitare il sito web ufficiale del tuo operatore.

Come fare per trovare lo smartphone Android smarrito o rubato

Da un paio di anni a questa parte gli smartphone Android hanno raggiunto caratteristiche e specifiche tecniche molto elevate, che non temono più Apple ed i suoi dispositivi sul panorama mobile.
Di conseguenza anche i prezzi di questi device col tempo sono aumentati sensibilmente, raggiungendo quei costi che anni fa solo iPhone poteva permettersi.
Uno smartphone Android smarrito è quindi allo stesso modo una gatta da pelare di non poco conto, sebbene sia proprio Google a mettere una pezza grazie ad un servizio davvero molto utile.
Sto parlando di Find My Device (Trova il mio dispositivo), che rileverà la posizione del tuo dispositivo qualora dovessero essere rispettati tutti i presupposti.

Come funziona Trova il mio Dispositivo

Esistono infatti una serie di requisiti per far funzionare questa funzionalità made in Google, ed è bene quindi che tu cominci a rispettarli ben prima che possa accadere uno spiacevole inconveniente.
Anzitutto sarà necessario che tu abbia impostato correttamente un account Google sul tuo smartphone, anche se si tratta di una procedura standard che nella quasi totalità dei casi viene compiuta alla prima accensione del device, durante la configurazione iniziale.
A questo punto bisognerà attivare il servizio Trova il mio dispositivo, seguendo i prossimi passaggi:

  • Accedi alle Impostazioni del tuo smartphone Android;
  • Clicca sulla voce Google;
  • Clicca poi su Sicurezza e poi su Trova il mio dispositivo;
  • A questo punto assicurati che sia attiva tale opzione attraverso l’apposito interruttore.
Impostazioni attivate per trova il mio dispositivo Android

C’è poi un altro requisito da rispettare affinché tu possa trovare uno smartphone Android smarrito o rubato.
Bisogna infatti che sul tuo dispositivo sia attivata la geolocalizzazione: grazie a questa tecnologia infatti, Google riuscirà ben presto a risalire alla posizione esatta del tuo device se hai seguito bene i precedenti suggerimenti.
Assicurati quindi che il GPS sia attivo, attraverso l’apposita icona a forma di radar che trovi nella barra delle impostazioni rapide, oppure dall’apposita voce nella schermata delle impostazioni.

Una volta eseguiti correttamente tutti questi passaggi, il servizio Find My Device dovrebbe essere in grado di funzionare perfettamente.
Nello specifico questa funzionalità ti permetterà di eseguire alcune operazioni “da remoto” sul tuo smartphone, come bloccarlo, resettarlo e ovviamente rintracciarlo per risalire alla posizione.

Come localizzare lo smartphone Android

Trova il mio dispositivo Android

Se hai letto attentamente le righe precedenti, allora eseguire il servizio sarà un gioco da ragazzi.

  • Accedi al sito web ufficiale di Find My Device oppure entra tramite l’apposita app scaricabile dal Play Store;
  • Effettua il login inserendo le stesse credenziali Google che hai impostato sul tuo smartphone smarrito;
  • Ti ritroverai davanti ad una schermata in cui sarà possibile vedere la voce Gestione dei dispositivi Android
  • Clicca quindi la voce relativa al device che hai perso o ti è stato rubato;
  • A quel punto ti verrà mostrata la posizione in tempo reale dello smartphone.

Reset e Blocco dello smartphone

Inoltre sarà possibile eseguire ulteriori operazioni molto utili, tra cui far squillare il dispositivo in maniera tale da ritrovarlo nel caso in cui si trovasse nelle immediate vicinanze.
Attraverso invece la funzione Resetta il dispositivo potrai reimpostare le impostazioni di fabbrica del tuo cellulare, in modo che i tuoi dati rimarranno in ogni caso al sicuro o quantomeno inviolabili da malintenzionati che ne sono entrati in possesso.
Si tratta di una funzione molto utile laddove l’ubicazione del device sia per te oramai irraggiungibile.

Infine esiste l’opzione Blocca il dispositivo, che ti aiuterà invece ad impostare un nuovo metodo di blocco / sblocco dello smartphone ed un messaggio personalizzato, in maniera tale da rendere difficile l’accesso alle applicazioni ed ai dati installati su di esso.
Per ulteriori informazioni ti invito anche a visitare la pagina web sul sito ufficiale Google relativa proprio ai metodi di tracciamento, blocco e reset di un dispositivo smarrito oppure rubato.

Come trovare l’iPhone smarrito o rubato

Come trovare l'iPhone

I prodotti di casa Apple si contraddistinguono da sempre per l’ottima qualità sia hardware che software, ed il tutto inevitabilmente si traduce in costi molto elevati per accaparrarsi uno dei tanti dispositivi del noto brand.
Trovare un iPhone rubato o smarrito quindi rappresenta una soluzione molto utile per non dover incorrere all’acquisto di un nuovo device, e soprattutto per rientrare in possesso di tutti i dati immagazzinati all’interno della memoria.
Fortunatamente la procedura da seguire è più semplice di quanto si possa pensare, grazie anche all’ottimo servizio del brand denominato Trova il mio iPhone.

Anche in questo caso, come quanto visto in maniera analoga nel paragrafo precedente dedicato ad Android, ci sarà bisogno del rispetto di una serie di requisiti affinché tale servizio possa funzionare efficientemente.

Come funziona Trova il mio iPhone

Anzitutto, bisogna che sul tuo iPhone smarrito o rubato sia stato in precedenza configurato un account iCloud (comunemente noto anche come account Apple); si tratta di una procedura che molto probabilmente hai già eseguito in fase di configurazione del tuo device, alla prima accensione (in caso contrario non avresti potuto nemmeno scaricare contenuti da App Store).
Il secondo fattore fondamentale è l’aver attivato in precedenza l’apposita opzione per rintracciare il tuo dispositivo: ecco quindi come attivare Trova il mio iPhone.

  • Accedi alle Impostazioni del tuo iPhone;
  • In alto, clicca sulla voce relativa al tuo nome;
  • Recati poi alla voce Dov’è;
  • Assicurati che sia abilitata l’apposita opzione tramite la levetta digitale;
  • Infine, attiva anche la voce Invia ultima posizione.
Impostazioni da abilitare per trova il mio iPhone

Anche sui device di casa Apple è poi fondamentale che in caso di smarrimento o furto, per far funzionare Trova il mio iPhone e rintracciare il dispositivo, sia attiva la geolocalizzazione.
Di conseguenza assicurati di abilitarla tramite la schermata delle impostazioni rapide oppure tramite l’apposita voce nella schermata delle impostazioni al percorso Privacy / Localizzazione.
A questo punto dovrebbe essere tutto pronto per ritrovare iPhone a seguito di un furto o dopo averlo perso, tramite l’esecuzione dei seguenti passaggi. Per chi vuole approfondire, nell’articolo sugli AirTag abbiamo visto come Apple sfrutta un miliardo di dispositivi per localizzare il dispositivo.

Come localizzare l’iPhone

Come localizzare l'iPhone tramite iCloud
  • Recati sul sito web iCloud di Trova il mio iPhone oppure dalla app preinstallata “Dov’è“;
  • Effettua il login attraverso le stesse credenziali Apple che hai impostato in precedenza sul tuo iPhone;
  • Ti verrà adesso mostrata una mappa che mostra la posizione in tempo reale del tuo dispositivo;
  • Clicca sul pallino verde di fianco al nome del tuo iPhone ed esegui il comando che preferisci.

Fai suonare, Modalità smarrito, Inizializza l’iPhone

In particolare, un po’ per quanto visto in precedenza anche per i dispositivi Android, le funzioni che puoi eseguire sono Fai suonare (per emettere un suono che ti aiuterà a trovare il tuo iPhone), Modalità smarrito (per impostare un blocco schermo ed un breve messaggio) ed infine Inizializza l’iPhone, che ti aiuterà a resettare il device alle impostazioni di fabbrica, per evitare che malintenzionati possano accedere ai tuoi dati.

Seguimi su Telegram!

Segui Multimediaplayer.it su Telegram per ricevere gratuitamente interessanti guide sul mondo della tecnologia e per restare al passo con i tempi!

Lascia un commento

Aspetta, seguimi su Telegram!

Iscrivendoti al canale Telegram di MultimediaPlayer.it riceverai gratuitamente guide sul mondo della tecnologia e potrai scoprire le soluzioni ai rompicapi tecnologici che si presentano quotidianamente.

Se non hai Telegram puoi utilizzare Facebook.